Spiacenti, i cookie non sono abilitati




News dai Centri

Faenza, seminario sul progetto Habitat, l'Internet of Things (IoT) per la salute e l'autonomia della persona

L'internet of things altro non è che l'internet delle cose, un neologismo riferito all'estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti.

Ma al di la della critica che si può fare alla "social innovation" di non farsi capire da tutti parlando spesso e volentieri inglese (...don Milani...si rivolterebbe nella tomba), è senz'altro interessante il seminario che si è svolto a Faenza (Ra) lo scorso 8 giugno. 
L’aumento dell’età media della popolazione impone di trovare soluzioni per sostenere e prolungare l’autonomia delle persone nei loro luoghi ed ambienti quotidiani. La tecnologia può fornire soluzioni che consentano di rendere l’abitazione e gli ambienti di vita “intelligenti”, cioè in grado di adattarsi progressivamente alle esigenze di chi li fruisce.
Promosso da Centuria, l'agenzia per l'innovazione della Romagna, il seminario è stata l'occasione per approfondire il tema da più punti di vista: dall'innovazione tecnologica all'impatto socio-politico e sanitario, fornendo una panoramica di quanto esistente ad oggi e quanto si intende sviluppare con il progetto HABITAT. 
Tra le relazioni anche quella del CRA Centro regionale ausili dell'E.Romagna gestito da Ausilioteca AIAS aderente al GLIC.
Per approfondire 
http://www.centuria-agenzia.it/images/20160608_Brochure_HABITAT.pdf 

(7/7/2016)


© 2002 - 2018 Associazione GLIC
Gruppo di lavoro interregionale Centri di consulenza ausili informatici ed elettronici per disabili
SEGRETERIA: Piazza della pace 4/A – 40134 Bologna
URI: http://www.centriausili.it - email glic@centriausili.it - Politica della privacy