Spiacenti, i cookie non sono abilitati




News dai Centri

Chi vuol provare a comandare il computer solo con il cervello?

L'Ausilioteca AIAS di Bologna e il progetto TOBI

Dal 2008, l'Ausilioteca AIAS partecipa al progetto TOBI (TOols for Brain-Computer Interaction, http://www.tobi-project.org/). Il progetto, finanziato all'interno del settimo programma quadro della Comunità Europea (ICT),  ha come finalità la realizzazione di un sistema integrato basato sulla tecnologia delle Interfacce Cervello-Computer (Brain Computer Interface, BCI).  

Il BCI rappresenta una promettente opportunità per persone che, a causa di patologie neurodegenerative o traumatiche, possono perdere del tutto il controllo volontario dei loro muscoli e con esso la capacità di interagire con l'esterno. L'obbiettivo del progetto è quello di generare una nuova via di comunicazione direttamente dal cervello ad un dispositivo di uscita (ausilio), senza più dipendenza dai nervi periferici e dai muscoli. Come funziona? Le BCI analizzano ed interpretano i segnali elettroencefalografici (EEG - i segnali elettrici generati dal cervello); questi segnali così rielaborati vengono inviati ad un computer e trasformati in comandi per effettuare azioni come ad es. selezionare lettere su una tastiera che appare sullo schermo,  comandare l'accensione di apparecchi elettronici di uso domestico, ecc.

Per un esempio delle potenzialità di questa tecnologia, vedi video          http://www.youtube.com/watch?v=JyJj32MsAUo http://www.youtube.com/watch?v=JyJj32MsAUo)

Il progetto TOBI si articola in 13 WP. Ognuno ha l'obiettivo di sviluppare uno specifico aspetto del sistema BCI che TOBI intende realizzare. Ausilioteca AIAS è coordinatore del WP-10, un gruppo di lavoro che ha il compito specifico di testare sul campo le tecnologie realizzate dagli altri partner del progetto. Attualmente TOBI è entrato nel quarto e ultimo anno di attuazione.

Nel corso del review meeting recentemente tenutosi presso l'università di Wuerzburg per valutare i progressi del progetto, la commissione di esperti che monitora lo stato di avanzamento dei lavori ha attribuito a TOBI il giudizio di 'eccellente', invitando a fare il possibile perché la sperimentazione di ausili basati su tecnologia BCI coinvolga il maggiore numero di potenziali utenti.

Cerchiamo quindi il contributo attivo di persone con disabilità interessate a far parte di queste sperimentazioni, per far questa tecnologia possa fornire risposte efficaci nei casi di limitazioni funzionali più gravi. In particolare, nel corso di quest'anno presso l'Area Ausili di Corte Roncati si svolgeranno  sperimentazioni di soluzioni per la mobilità, l'intrattenimento e la comunicazione, con l'obiettivo di migliorarne l'accessibilità e l'usabilità.

 

 

(5/5/2012)


© 2002 - 2018 Associazione GLIC
Gruppo di lavoro interregionale Centri di consulenza ausili informatici ed elettronici per disabili
SEGRETERIA: Piazza della pace 4/A – 40134 Bologna
URI: http://www.centriausili.it - email glic@centriausili.it - Politica della privacy