Spiacenti, i cookie non sono abilitati




News dai Centri

Agire con il solo pensiero: la frontiera nella ricerca di nuove tecnologie a favore delle persone con disabilità.

Nell'Ausilioteca di Bologna utenti protagonisti nella ricerca sulle applicazioni BCI (Brain-Computer Interaction)

Il progetto di ricerca europea più importante degli ultimi anni sulle tecnologie per la disabilità, il progetto TOBI (Tools for Brain-Computer Interaction) si è concluso con successo. E' stato proprio Francesco, un ragazzo bolognese di diciotto anni affetto da distrofia muscolare, a fare capire ai presenti all'incontro di verifica e valutazione del progetto che un traguardo importante è stato raggiunto. Durante l'incontro di fine febbraio a Losanna, esperti esterni e rappresentanti della Commissione Europea hanno visto Francesco guidare con la sola forza dell'immaginazione un robot presente in un'altra stanza, aprendo così l'immaginario a scenari futuri che possano vedere alcune persone con disabilità anche gravi beneficiare di tecnologie che non richiedono l'utilizzo di nessun muscolo per comunicare, scrivere, controllare l'ambiente e guidare la carrozzina elettrica. Francesco non era lì per caso. Ha partecipato, insieme ad altre persone con disabilità, al progetto TOBI nell'ambito del 'Living Lab'(in italiano si tradurrebbe come 'Laboratorio vivente per l'innovazione) gestito dall'Ausilioteca di AIAS Bologna onlus. Tale Centro si occupa da più di 30 anni della ricerca di soluzioni tecnologiche a supporto dell'autonomia delle persone con disabilità. Prima per conto proprio, poi in convenzione con gli enti pubblici territoriali ed in primis con l'Azienda USL di Bologna, questo centro da molti anni gioca il ruolo di innovatore nel settore degli ausili in Emilia Romagna, in Italia e in Europa. Negli ultimi 4 anni ha collaborato con gli istituti di ricerca più avanzati sul tema della Brain-Computer Interaction (BCI) in Europa (EPFL di Losanna, la Fondazione Santa Lucia di Roma, l'Università di Graz, l'Università di Berlino). L'Ausilioteca valuta, insieme alle persone con disabilità, bisogni ed opportunità delle tecnologie per la partecipazione e l'inclusione, ed è quindi per il mondo della ricerca un'importante interfaccia con il mondo reale, con i bisogni e le problematiche che vi si manifestano. Infatti, il centro ha avuto il ruolo di attore esperto per la sperimentazione fuori dai laboratori universitari e per la validazione con gli utenti delle soluzioni maturate nel progetto TOBI. Nel progetto TOBI si è voluto valorizzare al massimo il contributo delle persone con disabilità, astenendosi da ogni manifestazione sensazionalistica, per non alimentare false speranze fra persone e famiglie che quotidianamente fanno i conti con la disabilità nelle sue forme più severe e complesse. Ora che è stato accertato scientificamente che nel futuro prossimo alcune persone in situazione di grave disabilità potrebbero effettivamente beneficiare di questa tecnologia, l'Ausilioteca di AIAS Bologna onlus esce allo scoperto per chiedere con forza che la ricerca non si fermi qui. Sarebbe necessario investire nel 'Laboratorio Vivente per l'Innovazione' affinché persone come Francesco, William, Roberto, Antonella, Alberto, Ivan, Valentina ed altri possano continuare a contribuire allo sviluppo delle soluzioni BCI (Brain Computer Interface), mettendo così i ricercatori in grado di costruire le prime soluzioni di ausilio personalizzate. La Commissione Europea ha valutato il progetto e il giudizio è stato molto chiaro: il progetto TOBI è un successo non solo per i risultati tecnico-scientifici raggiunti, ma anche per la modalità in cui è stato in grado di far diventare le persone con disabilità protagoniste della ricerca e dello sviluppo. Bologna fa di nuovo scuola e l'Ausilioteca di Bologna continua ad essere all'avanguardia sul panorama internazionale sui per i temi legati alle tecnologie assistive! Per informazioni rispetto al progetto TOBI: www.tobi-project.org Per contattare lo staff del centro ausili: livinglab@ausilioteca.org Tel: 051-6597711

(15/3/2013)


© 2002 - 2018 Associazione GLIC
Gruppo di lavoro interregionale Centri di consulenza ausili informatici ed elettronici per disabili
SEGRETERIA: Piazza della pace 4/A – 40134 Bologna
URI: http://www.centriausili.it - email glic@centriausili.it - Politica della privacy