Spiacenti, i cookie non sono abilitati




News dai Centri

L'Ue vuole prodotti e servizi piu' accessibili alle persone disabili

La Commissione europea propone di rendere i prodotti e servizi maggiormente accessibili alle persone con disabilità.

[4/12/15]  In particolare gli sportelli bancomat e i servizi bancari in generale, i personal computer, i telefoni e gli apparecchi televisivi, i servizi telefonici e audiovisivi, i trasporti, i libri elettronici (e-book) e il commercio elettronico.
I prodotti e servizi al centro della proposta sono stati scelti in consultazione con i cittadini, le organizzazioni della società civile e le imprese.
Nell’Ue circa 80 milioni di persone presentano un certo grado di disabilità. A causa dell’invecchiamento della popolazione, il loro numero dovrebbe salire a 120 milioni entro il 2020.

La Commissione spiega che la proposta di direttiva mira a migliorare il funzionamento del mercato interno: per le imprese sarà più semplice fornire prodotti e servizi accessibili a livello transfrontaliero. I requisiti comuni di accessibilità si applicheranno anche in relazione alle norme Ue sugli appalti pubblici e per quanto concerne l’uso dei fondi Ue.
L’iniziativa promuoverà l’innovazione e accrescerà l’offerta di prodotti e servizi accessibili a beneficio dei circa 80 milioni di persone con disabilità negli Stati membri.
La Commissione ha rivolto un impegno particolare a garantire la proporzionalità dei requisiti, in particolare per le piccole imprese e le microimprese. Una clausola di buon senso evita che i requisiti di accessibilità si traducano in un onere sproporzionato e per quanto concerne le microimprese sono previste misure meno rigide per garantire il rispetto dei requisiti.  Leggi tutto

(4/12/2015)


© 2002 - 2018 Associazione GLIC
Gruppo di lavoro interregionale Centri di consulenza ausili informatici ed elettronici per disabili
SEGRETERIA: Piazza della pace 4/A – 40134 Bologna
URI: http://www.centriausili.it - email glic@centriausili.it - Politica della privacy