Skip to content

CORSO FAD Tecnologie Assistive

Posted in In Evidenza, and Progetti

TECNOLOGIE ASSISTIVE: ausili e tecnologie per le persone con disabilità (Edizione 2020)

Il primo corso italiano interamente online sulle Tecnologie Assistive risponde alle  esigenze di aggiornamento espresse con sempre maggiore forza da professionisti, persone con disabilità e famiglie. La seconda edizione prende il via in una fase in cui l’erogazione di ausili in sanità ha subito una drastica innovazione attraverso il nuovo Nomenclatore degli ausili ufficialmente in vigore dal marzo 2017, approvato nell’ambito dei Livelli Essenziali di Assistenza.

In continuità con la precedente edizione, il corso – rivisto ed aggiornato – sviluppa un percorso formativo e di aggiornamento professionale diretto a chi è coinvolto nella costruzione e nel supporto di percorsi mirati all’autonomia delle persone con disabilità, nelle diverse età e nei diversi ambiti di vita. I temi sono trattati con riferimento alle soluzioni di ausilio allo stato dell’arte, a 360° nel mondo degli ausili, fornendo conoscenze sul piano tecnico e su quello metodologico.

OBIETTIVI

Il corso si propone di fornire conoscenze e competenze di base circa l’utilizzo delle soluzioni assistive, fornendone un panorama esaustivo e strutturato, con particolare attenzione alle soluzioni per la comunicazione, le tecnologie in ambito educativo, sociale, riabilitativo e del lavoro, l’ergonomia, l’accessibilità degli ambienti, la vita al domicilio, il controllo dell’ambiente e la domotica, la mobilità, fino agli ambiti di più recente sviluppo come la robotica.

DESTINARI

Il corso è destinato primariamente ai professionisti impiegati nella definizione e nella conduzione di programmi sanitari, sociali od educativi in favore di persone con disabilità, ma anche a tutti coloro che a qualunque titolo sono interessati ad acquisire conoscenze strutturate sugli ausili, come le stesse persone con disabilità, le loro famiglie, i care giver informali, ecc. Per la fruizione del corso non è previsto alcun pre-requisito formativo.

ARTICOLAZIONE DEL CORSO

Il corso è articolato in 4 sezioni, 8 capitoli tematici e comprende complessivamente 28 video lezioni per una durata totale di circa 800 minuti. Ciascuna lezione è suddivisa in tre moduli della durata di circa 10’, con un progressivo approfondimento del tema in oggetto e la presentazione di casi concreti, ed è corredata da materiale didattico a supporto.

DOCENTI

Il corso è il frutto di un lavoro corale unico nel suo genere: i docenti sono “professionisti degli ausili” appartenenti ai Centri della rete GLIC con esperienza ampiamente consolidata nel lavoro sul campo e nella formazione; gran parte di loro è anche impegnata in attività di ricerca scientifica applicata.

EROGAZIONE DEL CORSO

E’ possibile impostare una fruizione personalizzata del Corso organizzando a piacimento la sequenza delle sezioni. Tuttavia per l’erogazione dei crediti è necessario aver frequentato l’intero corso.

CREDITI RICONOSCIUTI

La frequenza del corso dà luogo a 22 crediti ECM per le professioni sanitarie, previo superamento dei test di verifica dell’apprendimento.

Sono in corso di perfezionamento gli accreditamenti per ordini professionali in ambito sociale e sanitario, nonché l’accreditamento sulla piattaforma SOFIA del Ministero dell’Istruzione.

DIREZIONE E COMITATO SCIENTIFICO

Direzione del corso: ing. Silvio M. Pagliara

Comitato Tecnico-scientifico: ing. Claudio Bitelli, dott. Massimo Guerreschi, ing. Riccardo Magni

STRUTTURA DEL CORSO

seztitoloargomentiDocenti
AINTRODUZIONE AL CORSOConvenzione ONU (L. 18/2009), Sanità (Nomenclatore Tariffario), scuola, lavoro, socialeL’esperienza GLIC, Le diverse esperienze, convenzioni e progettiM. Guerreschi
 BTECNOLOGIE PER L’AUTONOMIA  
b.1Tecnologie e disabilità  
b.1.1Accessibilità alle tecnologiedef. di tecnologie assistive, accessibilità ai dispositivi tecnologici personali e non in relazione alle diverse disabilità: principali criticità e punti di attenzione (incl. anziani)A. Rossi
b.1.2Accessibilità informaticasoluzioni per rendere accessibili i PC/tablet: s.o. e applicaz. informatiche ecc..C. Salatino
b.1.3Tecnologie per disabilità sensoriali, Ausili per le limitazioni funzionali uditiveagende elettroniche, cenni sulle protesi acustiche; ausili per la segnalazione ecc..N. Gencarelli 
b.1.4Tecnologie per disabilità sensoriali, Ausili per le limitazioni funzionali visiveingranditori, ausili tiflotecnici, screen readers. eccN. Gencarelli 
b.1.5Robotica e disabilitàRealtà e prospettive dello sviluppo robotico C. Salatino
    
b.2Comunicazione  
b.2.1Ausili semplici per la comunicazione interpersonalesistemi di richiamo, comunicatori low tech: soluzioni e situazioniR. Magni
b.2.2Ausili tecnologici per comunicare I partecomunicatori hi-techB. Porcella
b.2.3Ausili tecnologici per comunicare II partepuntamento oculare, tele – comunicazioneC. Salatino
    
b.3Tecnologie in ambito educativo e riabilitativo  
b.3.1Le Tecnologie per la Didattica alla luce della 107/2015Le Tecnologie per la didatticaL. Ferlino
b.3.2Ausili e TIC in ambito didattico educativoEsperienze d’uso di ausili tecnologici per la realizzazione del contesto inclusivoL. Ferlino
S. Pagliara
b.3.3Accessibilità didattica e competenze digitaliAbilitazione compensativa, strumenti di autovalutazione delle competenze digitaliF. Zanfardino
b.3.4Robotica e disabilità in ambito educativo/riabilitativoLa robotica in ambito educativo/riabilitativo, realtà ed esperienzeL. Desideri
 CCONTESTI E AUTONOMIE  
c.1Lavoro e Ergonomia  
c.1.1Ausili e adattamenti ambientali per il posto di lavoroConcetto di “adattamento ragionevole”; normative esistenti e soggetti attuatori; es. di interventi con ausili e adattamentiF. Brusa
c.1.2Soluzioni per l’ergonomia e la posturapostazione di lavoro, sedute, …M. Bizzarri
    
c.2Accessibilità degli ambienti di vita  
c.2.1Accessibilità  all’ambiente – cosa e per chidef. di accessibilità;  design for all;  accessibilità ambientale in relazione alle diverse disabilità: principali criticità e punti di attenzioneMR. Motolese
c.2.2Barriere verticali e percorsimontascale, servoscala, ascensori, rampe, percorsiS. Martinuzzi
c.2.3Strategie ambientali per la persona anzianaaccorgimenti per facilitare la fruizione dell’ambiente alle persone anzianeS. Martinuzzi MR. Motolese
c.3Vita al domicilio  
c.3.1Ausili per la vita quotidianaausili per la cura personale, alimentazione, abbigliamento ecc.M. Bizzarri
c.3.2Ausili per l’assistenza e la prevenzionesollevamento, gestione , letti, materassi, cusciniM. Bizzarri
    
c.4Controllo dell’ambiente  
c.4.1Ausili per controllare l’ambiente, sistemi semplici, telefonia, ctrl elettrodom e motorizzazioniM. Malavasi
c.4.2Soluzioni per la domotica e la sicurezzaconcetto di domotica, impianti, dispositivi x sicurezza, tele- servizi M. Malavasi
    
c.5Mobilita’ 
c.5.1Ausili per la mobilità autonomacarrozzineD. Facchinetti
c.5.2Ausili per la mobilità autonomapasseggini, bascule, sistemi di postura ecc..; carrozzine manuali, elettroniche, scooterD. Facchinetti
 DNORMATIVE E MODELLI DI INTERVENTO  
d.1La proposta di Tecnologie Assistive 
d.1.1Il percorso dalla lettura del bisogno alla scelta della soluzionepercorso ausili, sistema, criteri di rif, fattori di qualità, un “protocollo” per la valutazione e la scelta degli ausili in un programma individualizzatoR. Andrich
d.1.2Il Modello di Centro AusiliPosition Paper, ServiziC. Bitelli
A. Rossi
d.1.3Gli outcome della proposta di ausilii fattori da leggere per valutare gli outcome; come si misurano; come si documentano ecc…C. Salatino
d.1.4Gli attori, i contesti e le risorse informativenei diversi contesti, chi fa cosa (professionisti) e come; l’informazione online: Portale SIVA, portale EASTIN,R. Andrich

INFORMAZIONI

e-mail: formazione@centriausili.it

Clicca qui per avere informazioni sul costo, l’acquisto e registrarsi per visualizzare una versione demo gratuita